Caffa Franca Emilia

CAFFA_100X91Nata a Genova il 4/9/1929,casa piccola e povera.Si vedevano i monti,da una parte,e dall’altra,in lontananza,il mare. Fascismo, guerre, dopoguerra. Iscritta a Medicina, ho cambiato Facoltà per necessità di lavoro. Sostenuti  tutti gli esami,non ho presentato la tesi per la laurea in filosofia. CGIL,iscritta nel 1949, PCI, nel 1951. Trasferimento arbitrario dopo uno sciopero, 1950.

Eletta negli organi direttivi nazionali del Sindacato Italiano Lavoratori del Petrolio,1952. Candidata per la Commissione Interna, trasferimento arbitrario e successivo licenziamento per rappresaglia politica, 27 gennaio 1953, riconosciuto dal Ministero del Lavoro/ Legge 36/1974. In Francia dal 1955, rientrata a Milano fine 1963. Tredici giorni a San Vittore nel tempo della mobilitazione per il Vietnam. Dopo le mie esperienze nei  movimenti prima, durante e dopo il 1968, ho deciso di impegnarmi nel lavoro politico in basso. Costituito il Comitato Inquilini Molise-Calvairate-Ponti,fine 1970. Pensionata,dal 1989 ho assunto un impegno politico quotidiano sulla questione delle periferie. Eletta nel Consiglio Comunale di Milano, indip. Lista Rifondazione Comunista, 1993. Ho un figlio, con la sua famiglia. Ho imparato che dobbiamo cambiare noi stessi, se vogliamo cambiare qualcosa nella relazione con gli altri.