Piero Leodi

LEODI_100X91Sono nato in un piccolo paese dell’Appennino molisano. Ho 62 anni. Ho studiato sociologia a Roma. A Milano ci sono arrivato nel 1992 e abito a via Padova. Lavoro nell’editoria come free lance e faccio libri per la scuola. Ho militato da giovane in una delle organizzazioni della sinistra extraparlamentare, ma poi, per più di 30 anni, non ho fatto politica attiva. Oggi dedico un po’ del mio tempo al gruppo “Amici di via Idro” e all’Altra Europa con Tsipras. Mi candido perché credo che Basilio Rizzo e Milano in Comune rappresentino meglio di chiunque altro il disegno di cambiamento incarnato cinque anni fa da Giuliano Pisapia, che all’epoca ho sostenuto; perché credo ancora che il bene comune debba venire prima dell’interesse individuale; perché a una scuola di periferia siano destinate più risorse che a un’aiuola del centro. Ma non nascondo che vorrei che la lista Milano in Comune possa anche rappresentare una tappa di quel progetto, più volte annunciato, per la costruzione di una forza di sinistra laica, plurale, democratica, così autorevole da potersi proporre per la guida del paese.