Milano in comune - Sinistra e costituzione

B. RIZZO

Estratto dalla bozza di intervento sulla “Relazione del Comitato per la Legalità e la Trasparenza amministrativa”

CONSIGLIERE RIZZO: Ho partecipato venerdì a un’iniziativa con i genitori di Giulio Regeni, è stata una bellissima iniziativa. Il Sindaco ha voluto essere presente, ho apprezzato molto la sua partecipazione, e ha assunto degli impegni che dobbiamo aiutare a portare a termine: i genitori chiedono di non recedere dell’attività a sostegno della ricerca della verità e chiedono di intensificare gli sforzi […]. Anche perché alcuni atti del Governo purtroppo sembrano andare nella direzione opposta: prima hanno richiamato l’ambasciatore, poi lo hanno rimandato. C’è poi un’ormai evidente presa in giro nei confronti della nostra magistratura da parte del Governo dell’Egitto e credo che questo meriti un’intensificazione della nostra attività. Non aggiungo altro.
La seconda questione. Ho letto con molta attenzione il documento “La terza relazione del Comitato per la Legalità e la Trasparenza amministrativa”, molto importante e significativa. […] Ci sono […] questioni che sono state poste e che voglio portare all’attenzione del Consiglio.
La prima è la M4, una questione di cui mi sono occupato e di cui continuerò a occuparmi: si parla di un nuovo interessamento dell’avvocatura comunale, per un ulteriore parere sulla vicenda. Io non ho avuto questo documento ulteriore dell’avvocatura e chiedo di poterlo avere. Credo che non lo si sia colto in tutti i suoi aspetti: è dirompente l’ultima frase che viene posta nella relazione, cioè si dice: “Suggerire di rivalutare l’opportunità del mantenimento del doppio ruolo, di concedente e socio della concessionaria, rivestito dal Comune nella vicenda in esame”. Capite che è il cuore del problema del project financing! Se il Comitato per la Legalità ci pone questa questione, vorrei sapere dove e come (anche perché ho più volte posto questa questione). Ora noi lo riaffrontiamo, perché è decisivo per il nostro lavoro e forse anche per la nostra lunga discussione, che non abbiamo ancora fatto, sugli aumenti tariffari di ATM.
L’ultima questione che a proposito di questo documento voglio citare è legata alla vicenda degli Audit. […]: “Non è infine stato richiesto alcun Audit mirato”. Cioè il Comitato per la correttezza amministrativa dice che non è stato chiesto nessun Audit. Tutti quelli che sono stati promessi dove sono? Vuol dire che siamo stati presi in giro? Alla politica si è detto: “Faremo questi Audit”. Poi, dice la dottoressa Fabiano (direttrice della direzione Internal Audit ndr) : “Non è stato richiesto alcun Audit mirato”. Come funziona questa cosa? A chi lo devo chiedere? Alla Segreteria Generale, al Presidente del Consiglio o al Sindaco? Sono stati fatti questi Audit? […]
Credo che dobbiamo discutere, forse nei Capigruppo, sugli Uffici stampa. […] Se gli Uffici stampa non sono uno strumento di comunicazione, ma sono addetti stampa degli Assessori, che scrivono solo quello che vogliono, c’è qualcosa che non va; perché vuol dire che dobbiamo farci l’Ufficio stampa del Consiglio comunale, altrimenti non raccontiamo quello che succede in quest’Aula. Grazie.