Milano in comune - Sinistra e costituzione

ACCESSO ALLE INFORMAZIONI

Stralcio della bozza dell’intervento ai sensi dell’art.21 (Trasporto Pubblico Locale, Città Metropolitana, Milano Next, stadio di San Siro, Sovrintendenza)

[SOMMARIO:
– Considerazioni in merito a sentenza del Consiglio di Stato su inammissibilità ricorso del Comune per annullare sentenza del TAR su elezioni non corrette all’interno del Trasporto Pubblico Locale
– Stadio S. Siro. Richiesta convocazione Commissione già sospesa
]

CONSIGLIERE RIZZO: […] fra due giorni, o forse domani, ci dovrebbe essere un’assemblea dell’Agenzia del trasporto pubblico locale che prende atto di una sentenza del Consiglio di Stato che ha ritenuto non ammissibile il ricorso dell’Amministrazione comunale e della Città metropolitana che chiedeva di annullare il provvedimento del TAR che aveva deciso che le elezioni di questi rappresentanti all’interno del TPL non fossero corrette, e leggo testualmente perché dal loro comunicato stampa: “per provvedere tempestivamente al ripristino della funzionalità dell’organo” – cioè dell’Agenzia del TPL – “e garantire l’interesse di dare continuità al governo del trasporto pubblico locale, cruciale in questa fase di uscita dall’emergenza pandemica”. Io vorrei sapere come se ne esce da questa cosa. È possibile? Io avevo espresso riserve sulle nomine che erano state fatte durante la commissione a ciò delegata e ho visto, nel ricorso che ha fatto un candidato, toccati dei temi che erano quelli dei quali io avevo parlato all’interno della Commissione. Voglio capire – anche questa è trasparenza, è su queste cose che si misura anche la trasparenza – che cosa farà domani l’Amministrazione comunale e la Città metropolitana a proposito di questo organismo. Se il Consiglio di Stato si è espresso in un modo, credo che si debba prendere atto di questa situazione. […] Perché mi occupo dell’Agenzia del trasporto pubblico locale? Perché voi sapete l’attenzione che io voglio dare al progetto Milano Next. Questi rappresentanti dell’Agenzia del trasporto pubblico hanno conoscenza di documenti che ai Consiglieri comunali sono stati negati da mesi, ormai credo che sia più di un anno. Se questi rappresentanti che sono stati eletti non avevano titolo per essere stati eletti, conoscono dei documenti che noi come Amministrazione comunale non conosciamo come consiglieri. Vi sembra normale una situazione di questa natura? Io voglio capire cosa farà domani la nostra Amministrazione, a chi darà il mandato per fare che cosa.
Secondo punto, lo stadio di San Siro. Siamo anche qui in assenza di trasparenza. Lei ricorderà, Presidente, che io ero intervenuto dicendo: l’assessore Maran ha risposto al consigliere Fedrighini, non ha risposto alla mia richiesta del perché è stata abolita la commissione nella quale dovevamo discutere dello Stadio di San Siro; e lei mi ha detto: sarà certamente il Presidente che potrà risolvere questo nodo. Ora è passata una settimana e questa commissione non è convocata. In compenso, come tutti si sono resi conto, oggi siamo stati inondati da comunicazioni delle squadre con un’efficienza tale che io faccio i complimenti alle loro agenzie stampa e ai loro uffici stampa che hanno ottenuto su tutti i giornali e anche al Tg3 un importante spazio. Noi non ne discutiamo. Martedì prossimo o mercoledì ci sarà una nuova riunione. Noi non ne discutiamo. Nel frattempo ci è stato dato per buono il fatto che la Sovrintendenza avrebbe dato il via libera alla cosa e si dice una cosa non vera perché chi ha dato il via libera è la Segreteria regionale del Ministero per le Attività culturali, che però non è la Sovrintendenza, la Sovrintendenza di Milano ha detto delle cose molto diverse. Anche di questo dove discutiamo? Quando ne discutiamo? Abbiamo la possibilità di contare sulle grandi scelte che vengono fatte dall’Amministrazione o invece noi siamo gregari di scelte altrui che, attraverso la loro potenza sui mezzi di comunicazione… perché è evidente che se il Milan e l’Iter chiedono una cosa i giornali di Milano scrivono, mentre invece se ne parliamo in Consiglio comunale i giornali di Milano non scrivono. E allora queste notizie le possiamo dare, possiamo fare il nostro lavoro discutendo negli organismi che devono decidere o decidono gli altri e ci mettono poi di fronte al fatto compiuto? Ecco, Presidente, io non so più cosa fare. La mia richiesta che ci sia una rappresentazione da parte dell’Amministrazione di quelle che sono le discussioni che si fanno in Consiglio, che le cronache del Consiglio arrivino ai milanesi, resta vana ormai da quattro anni a questa parte e credo che non sia più tollerabile questa cosa. […]


Le videoregistrazioni integrali delle sedute del Consiglio Comunale sono disponibili dal 4/9/2014 sulla pagina Link Video Assemblea del sito del Comune di Milano.