Milano in comune - Sinistra e costituzione

ACCESSO ALLE INFORMAZIONI

Stralcio della bozza del verbale della seduta del Consiglio Comunale [Milano Next, EXPO, A2A, San Siro, ATM]

[…] CONSIGLIERE RIZZO: Grazie Presidente. Posso non parlare di Covid, perché ne hanno parlato sia la consigliera D’Amico sia il consigliere Fumagalli, quindi mi concentro su altre questioni.
La prima, perché non si pensi che si stia zitti e che si ascolti e basta, sulla società EXPO. Al Sindaco viene attribuita questa frase: “La società EXPO, in liquidazione, presenta conti praticamente definitivi, con un avanzo, quindi un utile, di 40 milioni”. Non ho studiato alla Bocconi, ma l’avanzo di liquidazione e gli utili, sono una cosa diversa.
Mi pongo questa domanda per il rispetto che ci dobbiamo reciprocamente: abbiamo una Commissione, credo che si chiami Commissione Post EXPO, facciamo una riunione nella quale si affronti questa questione mettendo a raffronto tutto ciò, di denaro, che è stato dato alla società EXPO, sia sottoforma di capitale, sia sottoforma di contributi, sia a fondo perduto, sia da parte di tutti gli Enti pubblici e alla fine facciamo i conti se con, semmai ci saranno, questi 40 milioni di avanzo c’è un raffronto tra quanto abbiamo messo, tutti insieme, e quanto viene ottenuto. È questo il conto vero da fare.
Faccio una società, investo dei capitali, quando la sciolgo, tra tutti quelli che hanno investito faccio i conti, devo recuperare tutto quello che ho messo e, se ho degli utili, sono in più rispetto a quelli che ho recuperato.
Quanti denari ha messo l’Amministrazione comunale nella società EXPO? È questa la domanda che voglio fare perché essere presi per il naso è una cosa che non mi piace.
I due Sindaci, Milano e Brescia, hanno scritto una lettera ad A2A su una questione di sobrietà per quanto riguarda gli emolumenti che vengono dati. Lettera che apprezzo molto, che non risolve però quel nodo di cui avevo fanno cenno, secondo il quale c’è una prassi, ormai consolidata, anche nelle nostre municipalizzate, per la quale uno viene nominato come Amministratore delegato, si nomina direttore generale durante la sua attività, magari non partecipa alle riunioni, sennò diventa un conflitto di interessi, diventando direttore generale acquisisce tutti gli emolumenti e i diritti di liquidazione che si vengono a determinare, cosa che è avvenuta regolarmente in A2A. È giusta questa prassi? È giusto che pur di sistemare altre due persone al vertice della società, siamo andati incontro a quello che ho già detto, che non è una questione personale nei confronti della persona, ma è una questione legata a questo sistema furbesco per il quale gli emolumenti vengono moltiplicati all’atto della modifica.
Terza questione, sempre sulla sobrietà. I dirigenti del Comune hanno avuto un aumento di emolumenti, credo che siano cinque o sei. È uscita sui giornali, ma la voglio porre. Se sono cose dovute, e generalmente su tutti i dipendenti comunali, mi inchino, ma immaginate che durante la pandemia ci fossimo aumentati il gettone di partecipazione alle Commissioni. Ci sarebbe stata un’indignazione perché avvengono fatti di questa natura. Forse, questo provvedimento è stato fatto prima, e se è stato fatto prima, va corretto adesso.
[…] Sullo Stadio di San Siro, io ero fermo al fatto che noi, come Consiglio comunale, avevamo preso delle posizioni, tra cui il vincolo, per cui il vincolo degli indici volumetrici era un dato fisso. Adesso, il Sindaco dice che si può cambiare. Rispetto le opinioni di cambiamento del Sindaco, però venite in Consiglio o in Commissione e spiegateci se dobbiamo rivedere le posizioni che abbiamo assunto. Ho fatto un incontro di Opposizioni, con l’assessore Maran, ho posto il problema, non mi piacciono queste dissimmetrie che l’Assessore incontra la Maggioranza e poi incontra l’Opposizione. In Commissione ci dicano se c’è l’intenzione di venir meno a quello che avevamo deciso, si torna in Consiglio e facciamo le scelte in Consiglio.[…] Milano Next, su un solo giornale è uscita la notizia per cui l’Agenzia della mobilità ha chiesto dei chiarimenti a Milano Next.
La dico così, rapidamente, una battuta, so che il Sindaco non si offenderà. Il Sindaco controlla l’Agenzia della mobilità, perché abbiamo oltre il 50 per cento. Milano Next ha come guida ATM, di cui abbiamo l’85 per cento. Scopro adesso che l’Agenzia della mobilità e Milano Next si devono incontrare per dirsi delle cose. Il Sindaco si guarda davanti ad uno specchio e parla con se stesso come Agenzia della mobilità e dall’altra parte come Sindaco di Milano, quindi controllore di ATM? Dobbiamo davvero farla finita su quest’equivoco. Finalmente, dateci tutte le carte su Milano Next. […]

Le videoregistrazioni integrali delle sedute del Consiglio Comunale sono disponibili dal 4/9/2014 sulla pagina Link Video Assemblea del sito del Comune di Milano.